LAVORI STRAORDINARI SUI RII TRONA E RONCETTO

thumbnail

Pubblicato: il 12 dicembre 2015

Da circa un mese i volontari della nostra Squadra stanno collaborando col Comune di Sant’Antonino alla rimozione di alberi pericolanti e crollati in alveo lungo i rii Trona e Roncetto, che potrebbero ostacolare il normale deflusso delle acque in caso di piogge torrenziali, formando pericolosi sbarramenti.

piante pericolose in alveopiante pericolose in alveopiante pericolose in alveopiante pericolose in alveo

Gli interventi di taglio e frammentazione sul posto delle piante pericolose riprendono un’attività già attuata lungo l’asta del Rio Trona nell’inverno 2000/2001, a seguito dell’individuazione della frana di presa Casel, al fine di ridurre il pericolo che, in caso di distacco di materiale, si formino sbarramenti e frane incanalate in alveo, che possono raggiungere l’abitato della frazione Maisonetta.

frammentazione piante pericolose in alveoframmentazione piante pericolose in alveoframmentazione piante pericolose in alveoframmentazione piante pericolose in alveo

Il Rio Trona, infatti, non è nuovo ad episodi che  replicando l’episodio alluvionale di debris flow registrato a fine ‘800 che aveva coinvolto le frazioni di San Pede e Codrei causando 4 vittime.

La realizzazione del bacino di laminazione Codrei/Mareschi (ultimato nel 2012), delle 2 briglie selettive in apice di conoide lungo via Cresto (ultimate nel 2014), nonché dei lavori eseguiti a monte del corpo di frana, consentono di guardare con ottimismo alle piene future ma, solo la rimozione del legname pericoloso in alveo, mediante frammentazione sul posto, impedisce la formazione degli sbarramenti che determinerebbero situazioni di pericolo.

frammentazione piante pericolose in alveoframmentazione piante pericolose in alveoframmentazione piante pericolose in alveoframmentazione piante pericolose in alveo

In occasione dei violenti nubifragi del 7 luglio 2014, infatti, si verificò un’onda di piena che trasportò a valle molti detriti, provenienti dal rio Combalasso, che saturarono la briglia selettiva costruita su nel tratto in cui il Trona scorre lungo i tornanti che portano al Cresto, ma furono scongiurati effetti ben peggiori nel caso in cui il rio fosse stato ostruito.

In quella circostanza sì poté testare l’efficacia dei lavori eseguiti nell’inverno 2000/2001 e molto legname, a suo tempo frammentato in piccoli pezzi, fu trasportato dalla piena lungo tutta l’asta del rio, senza creare problemi, trascinandolo all’interno del bacino di laminazione.

legname frammentato in alveolegname frammentato in alveolegname frammentato in alveo

I lavori di questi giorni servono per rimuovere le nuove piante cresciute o crollate in alveo sul Rio Trona, mentre sul Rio Roncetto si tratta di un intervento ex novo e, dopo i primi 6 interventi, si incominciano a vedere i primi risultati.

I lavori proseguiranno sia questo week end ed anche le prossime due settimane in modo da terminare entro la fine dell’anno.

Data dell'evento: 12 dicembre 2015

File allegati: