Concluso il progetto FACCIAMO LUCE SUI RISCHI DEL TERRITORIO

thumbnail

Pubblicato: il 06 aprile 2017

Si è concluso il 31 marzo scorso il progetto “facciamo luce sui rischi del territorio”, presentato dagli Aib santantoninesi nell’ambito degli Avvisi di Selezione progetti di assistenza anno 2016, per la realizzazione di iniziative in partenariato fra le Organizzazioni di Volontariato e il Centro di Servizi Vol.To di Torino e che ha coinvolto le Squadre Aib di Vaie, Bussoleno e gli studenti del Liceo Norberto Rosa di Bussoleno.

lezioni teorichelezioni teoriche

 Il progetto, iniziato a metà aprile 2016, si prefiggeva di portare a conoscenza gli allievi della possibilità di fare volontariato all’interno di una delle associazioni di protezione civile presenti nei loro comuni di residenza, mirando al contempo alla diffusione della cultura di protezione civile convivendo coi rischi del territorio, apprendendo buone pratiche di autotutela durante le emergenze.

visita sede e praticavisita sede e praticavisita sede e praticavisita sede e praticavisita sede e praticavisita sede e pratica

Quattro gli appuntamenti che hanno coinvolto volontari e studenti, una lezione teorica presso il Liceo, la visita presso la sede Aib di Sant’Antonino, dove gli studenti hanno preso confidenza con mezzi ed attrezzature, la dimostrazione pratica di allestimento di una tendopoli nel cortile dell’Istituto Superiore, mediante montaggio di tende pneumatiche da utilizzarsi come sistemazione logistico abitativa d'emergenza, a seguito di un sisma o altre calamità e l’uscita notturna sulla montagna santantoninese, per simulare un pattugliamento antincendio, con avvistamento incendio boschivo e successivo intervento di spegnimento e bonifica.

allestimento tendopoli allestimento tendopoli allestimento tendopoli allestimento tendopoli allestimento tendopoli allestimento tendopoli

Numerosa ed attenta è stata la partecipazione alle attività pratiche, a partire dall’allestimento della tendopoli all’interno del Liceo attività che ha coinvolto tutte le classi e che ha visto la partecipazione straordinaria delle scuole medie e della primaria, coinvolgendo complessivamente oltre 550 studenti.

pratica notturna sul territoriopratica notturna sul territoriopratica notturna sul territoriopratica notturna sul territoriopratica notturna sul territoriopratica notturna sul territorio

Più selezionata, ma non meno stimolante, la partecipazione alla quarta attività didattica: l’uscita notturna sulla montagna santantoninese, per simulare un pattugliamento antincendio tra le borgate Pian del Rocco e Proderia, con avvistamento incendio boschivo e successivo intervento di spegnimento e bonifica.40 tra studenti, volontari ed insegnanti, han potuto sperimentare sul campo le difficoltà di operare in territorio montano in caso di incendio boschivo.

Altre fasi del progetto hanno coinvolto i volontari delle tre associazioni, con esercitazioni sia di logistica che di ricerca persona scomparsa, finalizzate a migliorare il livello di efficienza in caso d’intervento in rete in attività notturne.

ricerca su neve Villarfocchiardoricerca su neve Villarfocchiardoricerca su neve Villarfocchiardoricerca su neve Villarfocchiardo

Le ultime in ordine di tempo sono state quelle di ricerca persona scomparsa l’11 febbraio sui monti di Villarfocchiardo e le analoghe attività durante lo stage di addestramento per unità cinofile da valanga e battitori ad inizio marzo in Valle Stretta.

stage battitori in valanga Valle Strettastage battitori in valanga Valle Strettastage battitori in valanga Valle Strettastage battitori in valanga Valle Stretta

La prima importante ricaduta del progetto c’è già stata, due studenti di una delle classi coinvolte sono entrati a far parte della nostra squadra, ed uno di questi è stato impiegato anche nei servizi nel corso dell’ultima alluvione che ha colpito il territorio santantoninese a fine novembre.

alluvione novembre 2016alluvione novembre 2016alluvione novembre 2016alluvione novembre 2016alluvione novembre 2016articolo luna nuova