Storia

Nel marzo del 1978 nasce la Squadra Volontari AntIncendi Boschivi (Aib) di Sant'Antonino, nell'ambito di una legge dello Stato che prevedeva l'istituzione di squadre di volontari per coadiuvare il Corpo Forestale dello Stato nelle operazioni di spegnimento degli incendi boschivi.

Nel corso degli anni la nostra organizzazione di volontariato interviene a seguito di numerosi incendi boschivi, seguendo una costante evoluzione, che portavano la squadra a raggiungere un elevato livello di efficacia nell'attività di prevenzione e lotta agli incendi boschivi  a fianco del Corpo Forestale dello Stato e del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Nel 1994 la squadra aderisce all'Associazione Regionale Volontari Aib del Piemonte, costituita da 6000 volontari strutturati in 240 squadre, fatto che determina un grande contributo alla crescita sotto il profilo dell'operatività antincendio della nostra organizzazione. Nel 2000 l'Associazione Regionale si trasforma in Corpo Volontari Aib del Piemonte, modifica la propria struttura organizzativa in modo da avere uno strumento efficace (riconosciuto ed accettato da tutti i volontari), in grado di gestire tutte le fasi operative dell'attività antincendio, individuando competenze ed incarichi della "catena di comando" nei momenti di emergenza.La squadra viene così chiamata ad intervenire in occasione di roghi di grosse dimensioni in tutta la provincia di Torino, nel resto della Regione fino a partecipare alle campagne antincendio estive in Liguria (2007) ed in Puglia (2008), sotto l'egida del Dipartimento di Protezione Civile Nazionale.Parallelamente la Squadra amplia il proprio settore d'intervento nel campo della Protezione Civile, operando in caso di eventi alluvionali, frane, dissesti idrogeologici, tempeste di vento, fino a partecipare ad una missione di solidarietà correlata recente sisma che ha colpito L'Aquila  e l'Abruzzo nell'aprile 2009.

LE ALTRE NOSTRE ATTIVITÀ DI PROTEZIONE CIVILE

a livello regionale

interventi in occasione di eventi calamitosi di vasta portata (Novembre 1994 Alluvione in Piemonte, Ottobre 2000 Alluvione in Piemonte, settembre 2002 alluvione a None, Novembre 2002 alluvione in Valle Borbera e Valle Scrivia, maggio - giugno 2008 alluvione in bassa Valle di Susa e Val Cenischalluvione 2011ia),Ottobre 2011 Alluvione Liguria 5 Terre/Brugnato Brghetto di Vara.In tutti questi eventi la Squadra interviene in fase di emergenza, nei vari centri maggiormente colpiti.

a livello locale

  • attività di monitoraggio dei corsi d'acqua e delle situazioni a rischio di dissesto idrogeologico presenti sul territorio comunale, in raccordo con il Comitato Comunale di Protezione Civile, in caso di allerta per fenomeni meteorologici importanti.
  • Interventi di manutenzioni ambientali e di ripristino di mulattiere e sentieri (l'ultimo il sentiero intestato al beato Piergiorgio FRASSATI nel 2009)
  • Rimozione di alberi abbattuti dal vento, oppure cresciuti negli alvei dei rii e canali, al fine di consentirne il deflusso delle acque in caso di piena.
  • operazioni di ricerca persone scomparse;
  • collaborazione con servizi di vigilanza ed assistenza in occasione di manifestazioni sportive e/o di altro genere;
  • Iniziative di sensibilizzazione e promozione del volontariato nelle scuole;
  • Progetto di solidarietà di lungo corso, in rete con altre associazioni, istituzioni religiose e civili e popolazione di Sant'Antonino, in favore della popolazione terremotata de L'Aquila denominata "Un Ponte Per Roio".

I NOSTRI VOLONTARI

Per conciliare le esigenze di operatività con quelle della sicurezza, ogni volontario della nostra squadra deve superare i corsi antincendio (disposti su 3 livelli) organizzati dalla Regione Piemonte. Inoltre, specialmente negli ultimi anni, i volontari possono frequentare corsi di specializzazione in attività di Protezione Civile, collaterali, a quelli antincendio quali:

  • corsi per effettuare lavori in altezza (uso delle funi, imbracature di sicurezza ecc.)
  • uso di strumenti forestali, come motoseghe e decespugliatori;
  • corsi in psicologia dell'emergenza(relativi all'aspetto psicologico di dover affrontare le situazioni di pericolo, che coinvolgono sia i soccorritori che le vittime della calamità);
  • corsi di Guida Sicura per mezzi antincendio e fuoristrada;

Se hai un'età compresa tra i 18 e i 75anni, se ami l'ambiente in cui vivi e vuoi dedicare un po' del tuo tempo per proteggere i boschi dal fuoco, nonché far parte di un struttura di Protezione Civile altamente specializzata, vieni con noi, diventa sentinella del tuo territorio.

La Squadra Volontari Aib di Sant'Antonino si riunisce il venerdì sera alle 21,30 presso la propria sede in Via Augusto Abegg nr. 2, piano interrato, a Sant'Antonino di Susa.