LABORATORI DELLA CITTADINANZA PARTECIPATA

logo laboratoriloghi complessivi

Il progetto, che ha ci ha coinvolto direttamente nell'agosto del 2009, ci vede partner del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, della Provincia di Torino, dei Centri di Servizio per il Volontariato Idea Solidale e VSSP di Torino, nonché del Liceo Norberto Rosa di Bussoleno.

La nostra associazione è una delle 16, selezionate a livello nazionale, per promuovere la partecipazione degli studenti alla cittadinanza attiva nella società in cui vivono.

L'attività, che prosegue tuttora, nasce il 21 dicembre 2007 quando  l'Osservatorio Nazionale per il Volontariato ha deliberato la realizzazione del progetto "I laboratori della cittadinanza partecipata", individuando come soggetto capofila la Provincia di Torino - Assessorato alla Solidarietà Sociale, attualmente Assessorato alle Politiche Attive di Cittadinanza, Diritti Sociali e Parità. Successivamente l'Amministrazione centrale ha indicato le altre Province co-attuatrici: Arezzo, Benevento, Palermo e Treviso.

L'obiettivo del progetto è quello di rafforzare il ruolo determinante della Scuola come luogo privilegiato, insieme alla società civile, per la sensibilizzazione, la formazione e l'educazione delle giovani generazioni alla solidarietà e alla coscienza critica.

Partecipando attivamente alla progettazione, i giovani vengono coinvolti nelle dinamiche sociali, attraverso attività rivolte alla cura delle fasce deboli e ai beni collettivi (ambiente, patrimonio artistico, legalità ecc.).

Questa attività li aiuterà a sentirsi parte integrante della società, a sviluppare un forte senso di cittadinanza comunitaria e a creare uno stile di vita dove la partecipazione e la condivisione rappresentano la base della crescita personale di ogni individuo che vive nella comunità.

Nello specifico gli studenti sono chiamati ad un approfondimento teorico che consiste nello sviluppo  di capacità progettuali e di competenze nell'analisi dei bisogni del territorio di appartenenza, anche grazie ad un approccio metodologico mirato al coinvolgimento diretto  sulla base dell'esperienza personale e che consenta loro di "sperimentare" il confronto e la partecipazione.

Nella fase attuativa, gli allievi sono seguiti  da figure di formatori e di volontari che li aiutano ad "agire" azioni di cittadinanza, cioè interventi e comportamenti  volti all'assunzione di responsabilità per la cura di un bene comune e nella testimonianza di valori quali la  solidarietà, gratuità ed utilità sociale.

 

 

 

LOGO LABORATORI CITTADINANZA PARTECIPATA

 

 

Nel corso dei moduli formativi venivano organizzate visite presso la sede AIB ed uscite sul territorio che coinvolgevano insegnanti e studenti, nonché buona parte dei nostri volontari, i quali, in occasione delle attività "sul campo", riuscivano coinvolgere maggiormente i ragazzi nelle dinamiche di squadra che stanno alla base del lavoro operativo svolto dalla struttura in occasione delle emergenze, sia antincendio boschivo che di Protezione Civile.

In particolare durante la visita alla sede di AIB veniva proiettato un video sugli incendi boschivi e sui danni che questo fenomeno, nel 98% dovuto all'uomo e nel 68% per dolo, causa al patrimonio boschivo ed all'economia più in generale. A seguire venivano brevemente illustrate le tecniche di spegnimento e le attrezzature a disposizione dei volontari, nonché le varie attività di prevenzione e manutenzione ambientale che i volontari svolgono abitualmente nelle fasi non emergenziali.

 

Articolo La Valsusa 18.3.2010 Progetto LABORATORI    Articolo Luna Nuova 19.03.2010 Progetto LABORATORI

 

7 febbraio 2010 sede   7 febbraio 2010 sede