LE ATTIVITA' SUL TERRITORIO

In questa pagina alcuni dei testi estrapolati dalle relazioni dei docenti e dei formatori che hanno partecipato al progetto.

Le due uscite sul territorio, a Lorano/Pietrabianca e sui monti di Sant'Antonino, durante la simulazione notturna, consentivano di visionare gli effetti sul territorio del passaggio di incendi boschivi devastanti, nonché di far partecipare gli allievi attivamente alle operazioni d'intervento simulate, rendendoli protagonisti e parte integrante della organizzazione di volontariato, facendo indossare loro le divise normalmente utilizzate dai volontari durante i vari servizi, un gesto che assume un particolare rilievo nelle parole degli stessi allievi : "Permettendoci di indossarle, ci hanno resi partecipi dello spirito di squadra che contraddistingue il volontari".

uscita Lorano 17.3.2010 uscita Lorano 17.3.2010

L'esperienza veniva poi ripetuta con la partecipazione degli studenti al Campo Scuola di Protezione Civile, tenutosi a Sant' Antonino dal 23 al 25 maggio 2010, durante il quale i ragazzi mettevano in scena il lavoro realizzato durante il laboratorio teatrale con Alberto Valente.

Il percorso formativo intrapreso nelle primissime battute del progetto suscitava il progressivo coinvolgimento dei ragazzi che, partendo da un iniziale e generico interesse al tema dell'ambiente e del volontariato, si mettevano in gioco partecipando in modo attivo e propositivo alle varie iniziative.

uscita Lorano 17.3.2010 uscita Lorano 17.3.2010

Anche l'esperienza dei volontari si concretizzava in un elemento di crescita, dettato dalla necessità di acquisire le capacità di rapportarsi con studenti e insegnanti su tematiche progettuali mai intraprese prima, che dava ulteriori stimoli per far conoscere all'esterno sia le attività svolte dall'ODV che, aspetto sicuramente precipuo per ogni volontario, far comprendere ai ragazzi il significato della solidarietà e la partecipazione alla vita sociale della comunità attraverso il dono di sé e la gratuità della propria opera.

In particolare il progetto costituiva l'opportunità di trasmettere agli studenti il semplice concetto che "dalla conoscenza del proprio territorio e delle situazioni di rischio presenti, rilevabili dalla quotidiana fruibilità dell'ambiente in cui viviamo, significa partecipare attivamente alla sua tutela. Per prendersene cura non occorre mettere in campo azioni di vasta portata, è bensì sufficiente comprendere che dalla conoscenza del territorio in cui viviamo si possono cogliere i segni di deterioramento, di potenziale pericolo, segnalandoli tempestivamente alle istituzioni deputate alla vigilanza ed alla tutela dell'ambiente, accanto alle quali operano organizzazioni di volontariato come la nostra".

uscita Lorano 17.3.2010 uscita Lorano 17.3.2010

 

uscita Lorano 17.3.2010 uscita Lorano 17.3.2010

Altro momento "forte" del progetto era, tra il 24 ed il 26 febbraio 2010, il convegno di presentazione svoltosi a Benevento. I cinque allievi del liceo "N. Rosa" che parteciparono all'evento descrivevano così la loro esperienza:" A Benevento  siamo stati accolti da studenti della scuola alberghiera Aldo Moro che ci hanno fatto da guida per le vie della città illustrando opere storiche e culturali. Durante questa parentesi "turistica" abbiamo avuto modo di conoscere anche gli studenti delle altre scuole piemontesi coinvolti nel progetto. Ciò che più ci ha impegnati  è stato il convegno svoltosi il giorno seguente al palazzo Arcivescovile,durante il quale,dopo una breve presentazione da parte dei rappresentanti del Ministero e degli assessori provinciali,un ragazzo per ogni scuola di ogni provincia ha proposto il proprio lavoro all' interno dell' ambito selezionato,ognuno dei quali accompagnato da un' associazione di volontariato. Questa  esperienza ci ha permesso di portare al nostro rientro a scuola l' entusiasmo necessario per svolgere un percorso di sensibilizzazione all' interno del nostro stesso istituto. Ora attendiamo l' appuntamento a Torino in autunno per l' incontro conclusivo dove ognuno potrà mostrare il risultato del proprio lavoro".

Benevento febbraio 2010 Benevento febbraio 2010

Benevento febbraio 2010 Benevento febbraio 2010

 

Il progetto aveva un'ulteriore evoluzione nell'ottobre del 2010, con una nuova uscita sul territorio con studenti ed insegnanti, nonché con i loro colleghi provenienti dalla Svezia, nell'ambito di analogo progetto d'interscambio tra gli istituti.

 

Laboratori Svedesi ottobre    Laboratori Svedesi ottobre 2010

Laboratori Svedesi ottobre 2010  Laboratori Svedesi ottobre 2010

Laboratori Svedesi ottobre 2010  Laboratori Svedesi ottobre 2010

Laboratori Svedesi ottobre 2010  Laboratori Svedesi ottobre 2010

Laboratori Svedesi ottobre 2010

 

La positiva esperienza consentiva di gettare le basi per ipotizzare un'esperienza di progettazione europea che vedesse come partner i due istituti, la nostra associazione e il volontariato di soccorso e di protezione civile presente in Rattvik, Svezia.

Di lì a qualche mese i nostri volontari si sarebbero recati in Svezia insieme agli studenti ed insegnanti del Liceo Norberto Rosa.